Ospitare una viaggiatrice, un piccolo gesto che significa molto

Diventando ospitante, riceverai messagi da viaggiatrici solitarie provenienti da tutto il mondo che vogliono incontrarti, conoscere la tua cerchia, la tua città o il tuo paesino.
Puoi mettere in pausa la disponibilità del tuo appartamento quando vuoi e renderlo disponibile più tardi con un clic.

7 motivi per diventare ospitante

Accogliere donne da ogni dove

Condividere momenti preziosi e d'amicizia.

Far scoprire il tuo paese e le sue meraviglie

Viaggiare rimanendo a casa.

Far parte di una comunità di fiducia.

Contribuire all'emancipazione femminile

Iscrizione gratuita e assistenza illimitata

Viaggiare attraverso se stesse

Le nostre viaggiatrici sono donne che viaggiano sole per scelta o spinte dall'istinto, ma sempre con questo bisogno di partire. Partire per liberarsi da una grigia quotidianità che non permette loro di di trovare la luce. Partire per ritrovarsi sole con se stesse fuori dalla loro zona di comfort.
Partire alla ricerca di questa libertà conquistata dagli uomini e per troppo tempo negata alle donne.

Nuovi incontri

Le nostre viaggiatrici sanno che partire sole non significa solo fare un viaggio turistico, ma un viaggio interiore, alla riscoperta di se stesse. Infatti, viaggiare sole permette una connessione con se stesse e con gli altri.
Alcune nostre viaggiatrici usano questo sito per i loro primi viaggi poiché permette di eliminare i freni dei loro progetti di viaggio e di rasserenare i propri cari. Un vero e proprio programma di emancipazione!

due donne che si incontrano due donne che parlano due donne che prendono il the

Perché diventare ospitante?

due donne che cucinano

Perché diventare ospitante?

Sei una donna, abiti sola, in coppia o in famiglia, probabilmente non senti questo bisogno di partire sola alla scoperta del mondo e di te stessa, ma capisci che alcune donne hanno questo desiderio e vorresti supportarle.
In cambio di un alloggio che puoi gentilmente offrire, farai conoscenze, ti trasformerai in una guida durante il soggiorno, viaggerai e potresti persino avere voglia di viaggiare in solitaria a tua volta.
Ogni volta, darai il tuo contributo alla liberazione delle Donne.

due donne che organizzano una visita due donne e un uomo che cucinano

Dall'iscrizione all'accoglienza

Per iscriversi come ospitante, devi innanzitutto iscriverti come membro. Sarà allora che ti sarà proposto di diventare ospitante:

Al termine dell'iscrizione come membro o dal menù in cima alla pagina, clicca su "Diventa Ospitante".

Un nuovo percorso per gradi ti aiuterà a completare il profilo. Dopo questa, il tuo profilo ospitante è sottomesso a moderazione.

Il nostro team controlla il tuo profilo di host prima di convalidarlo. Una volta che il tuo profilo è stato convalidato, i viaggiatori possono contattarti.

Ti vizieremo

Le nostre ospitanti sono preziose. La loro azione colletiva favorisce l'emancipazione femminile. Danno ospitalità con la loro gentilezza, ne siamo coscienti.
È per questo che ogni esperienza con SisterHome è stata pensata per valorizzare le ospitanti, lodare i valori umani per andare oltre al semplice servizio, ridurre i limiti tra gli scambi e instaurare una comunità impegnata.


Ci hai ispirato fin dall'inizio

Le ospitanti ci insegnano molto e spesso ci stupiscono per la loro motivatione ed entusiasmo. Noi proviamo a ridare loro questa energia prendendo a cuore ogni chiamata, ogni messaggio e fare di SisterHome la comunità che fa per loro.

team al lavoro moderatrice al telefono

Cos'è SisterHome?

Cos'è SisterHome?

SisterHome è la società creata nel 2019 originariamente col nome "SisterHome" da Christina Boixière, una grande viaggiatrice taiwanese, in Francia da 4 anni. Christina ha capito durante i suoi viaggi il motivo che impedisce alle donne di partire per un viaggio in solitaria.
Così ha deciso di lasciare il suo lavoro di direttrice commerciale per fondare SisterHome con suo marito Derek, anche lui viaggiatore solitario.
Entrambi, sentono di avere una missione: dare alle donne nuovi orizzonti grazie ai viaggi.

Domande frequenti